Malgrado la sottoscrizione dei nuovi C.C.N.L. comparto A.F.A.M. per i bienni economici 2006/2007 e 2008/2009 rimangono comunque alcuni dubbi interpretativi come di seguito esposti.

Art. 19 CCNL biennio 2006/2007

"L'art. 59 del CCNL 16.02.2005 è così sostituito:"

omissis...

diventano non applicabili

omissis..

...con l'eccezione delle seguenti norme e di quelle richiamate nel testo del presente CCNL che, invece continuano a trovare applicazione:

: - l'art. 4 - comma 3 e 13 del D.P.R. 399/1988 (riconoscimento servizio per il personale)

============================================================================

Fino all'entrata in vigore del D.p.r. 399/88 (01/07/1988) al personale A.T.A. il periodo di servizio preruolo veniva riconosciuto ai sensi dell'art. 3 del D.L. 370/1970 convertito, con modificazioni, nella L. 576/1970 (ossia 3 anni ai fini giuridici ed economici ed 1/3 della parte rimanente ai soli fini economici).
Con il D.P.R. 399/88 (art. 4 comma 13) al personale ATA (quello docente già usufruiva di tale riconoscimento) vengono riconosciuti, dal 01/07/1988 in poi, 4 anni più 2/3 della parte rimanente ai fini giuridici ed 1/3 della parte rimanente ai soli fini economici del servizio preruolo valutabile. L'art. 59 del CCNL 16.02.2005 (entrato in vigore il 01/01/2002) disapplica quasi tutti gli articoli del D.P.R. 399/88 (compreso l'art. 4).
Inoltre, sempre ai sensi dell'art. 4 - comma 3 del D.P.R. 399/88, l'eventuale anzianità solo economica (sia per il personale Ata che per il personale Docente) veniva conglobata con quella giuridica ed economica al compimento di specifiche anzianità giuridiche. Ad esempio, al personale docente l'anzianità veniva conglobata al compimento del 24° anno giuridico ed economico.
Per cui, se ad esempio, un docente aveva 23 anni di anzianità giuridica ed economica e 4 anni di anzianità solo economica, il giorno in cui raggiungeva 24 anni di anzianità giuridica ed economica gli venivano riconosciuti 28 anni totali di anzianità giuridica ed economica. Si rammenta che con l'entrata in vigore delle fasce stipendiali, l'anzianità solo economica non produce alcun incremento economico (mentre invece prima veniva attribuito 1 aumento biennale convenzionale - pari al 2,5% dello stipendio della classe di appartenenza - per ogni biennio di anzianità solo economica). Anche tale Articolo e comma veniva disapplicato dall'art. 59 del CCNL 16.02.2005.

============================================================================

A nostro parere l'art. 19 del CCNL biennio 2006/2007 praticamente sostituisce l'art. 59 di cui sopra a partire dal 01/01/2002 per cui l'art. 4 (comma 3 e 13) risulterebbero ancora validi già dal 01/01/2002.
Però potrebbero esserci due dubbi:
1) L'articolo 4 viene disapplicato per il personale nominato dal 01/01/2002 al 31/12/2005 e di nuovo riapplicato per coloro nominati dal 01/01/2006 (data di entrata in vigore del nuovo CCNL).
2) L'articolo 4 viene disapplicato per il personale nominato dal 01/01/2002 al 31/12/2005 e poi sempre per lo stesso personale riapplicato a decorrere dal 01/01/2006 (con una nuova rideterminazione dell'anzianità).

COMPARTO AFAM E COMPARTO SCUOLA

Dal 01/01/2002 viene istituito il comparto A.F.A.M. .

I problemi sono i seguenti:

1) Passaggio di qualifica (sia personale ATA che personale Docente) dalla scuola Secondaria (comparto scuola) ai Conservatori ed Accademie (comparto A.F.A.M.).

A nostro parere, suffragato comunque da pareri di diverse Ragionerie dello Stato e da decreti già debitamente registrati, il passaggio di qualifica fra comparti diversi deve far riferimento all'art. 3 - comma 57 - della L. 537 del 24/12/1993;

"TRATTANDOSI, NELLA FATTISPECIE, DI PASSAGGIO EFFETTUATO TRA RUOLI DI DIVERSO COMPARTO, ALL’INTERESSATO ALL’ATTO DEL SUDDETTO PASSAGGIO VA ATTRIBUITA LA RETRIBUZIONE INIZIALE DELLA NUOVA QUALIFICA – DOCENTE DI PRIMA FASCIA – MAGGIORATA DELLA DIFFERENZA QUALE “ASSEGNO AD PERSONAM” PENSIONABILE E NON RIASSORBIBILE, RISPETTO ALLA RETRIBUZIONE PENSIONABILE DI CUI ERA IN GODIMENTO ALL’ATTO DEL PASSAGGIO"

A nostra conoscenza solo un dipendente che si è rivolto al Giudice del Lavoro ha avuto riconosciuto tutto il servizio precedente. Tale giudizio, comunque, non può essere applicato automaticamente a tutti i dipendenti sottoposti a tale normativa.

2) Riconoscimento, dal 01/01/2002, del servizio preruolo effettuato nel comparto scuola (altro comparto) sia per il personale Ata che per quello Docente.

A nostro parere, non essendoci passaggio di qualifica in altro comparto, il servizio prestato nella scuola secondaria dal 01/01/2002 in poi va riconosciuto, chiaramente in accordo con le normative vigenti (ad esempio i 180 giorni per il personale Docente).

Ad ogni buon conto, si consiglia di conoscere il parere della Ragioneria Provinciale dello Stato, e di applicare quanto da Lei suggerito.